1967 - 3 giugno - 2017 - News dalla Parrocchia di Borgo Maggiore
1165
post-template-default,single,single-post,postid-1165,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,qode-title-hidden,qode_grid_1300,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,transparent_content,qode-theme-ver-10.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

1967 – 3 giugno – 2017

1967 – 3 giugno – 2017

A distanza di 50 anni dalla Consacrazione della nuova Chiesa parrocchiale, il Santuario dedicato alla Madonna della Consolazione, questa sera farà visita alla nostra parrocchia il Cardinale Metropolita di Ancona-Osimo, S.Em. Edoardo Menichelli.

Per l’occasione, ci ha scritto il nostro Vescovo.


 

Lettera del Vescovo Andrea Turazzi

Caro don Marco,
da stamattina mi sono messo con te e con i tuoi cari parrocchiani in ginocchio sotto lo sguardo della Madonna della Consolazione.
“Consolazione” fa pensare anzitutto alla fedeltà del Signore verso il suo popolo al quale invia profeti con  queste parole: “Consolate, consolate il mio popolo. Parlate al cuore di Gerusalemme e gridatele che la sua tribolazione è compiuta” (Is 40,1-2).
Ma è soprattutto alla Vergine Maria che domanda di introdurre il Primo Consolatore: compito materno che la Madonna continua a svolgere da quando gli siamo stati affidati ai piedi della croce. 
Ti assicuro la mia unità in questo giorno e per sempre.
Ti ricordo insieme ai sacerdoti collaboratori, don Pino, don Honorio, il diacono  Giovanni, le suore e i responsabili dei gruppi… 
Tutti i parrocchiani partecipano di questo carisma di consolazione – particolarmente in questo nostro tempo – “con la consolazione con cui siamo consolati noi stessi da Dio” (cfr. 2Cor 1,4). Consolare è ridare speranza, missione che ci viene affidata per la trama dei rapporti quotidiani, ma anche nei luoghi delle nostre responsabilità. Sarò con voi la sera del Giubileo dei politici.
Con la benedizione del Signore
+ Andrea Turazzi
No Comments

Post A Comment