Per meglio confessarsi 5 - News dalla Parrocchia di Borgo Maggiore
775
post-template-default,single,single-post,postid-775,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,qode-title-hidden,qode_grid_1300,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,transparent_content,qode-theme-ver-10.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Per meglio confessarsi 5

Per meglio confessarsi 5

Giubileo Parrocchiale – 19 febbraio 2017

È proprio vero che non si finisce mai di imparare! Se vi ricordate, la settimana scorsa abbiamo cercato di capire quale sia la differenza fra “confessarsi” e “fare direzione spirituale”. Si è detto, perciò, che per una buona Confessione, bastano di per sé 5 minuti.

In realtà, un’altra importante differenza tra il Confessarsi e il parlare con il Padre spirituale è che mentre nel secondo caso si tratta di un colloquio, nel primo si tratta di un Sacramento diviso in tre momenti distinti, tutti importanti.

  • Esame di Coscienza: molte volte ci capita di entrare in confessionale senza nemmeno esserci fermati a raccogliere le idee… e così poi facciamo fatica a dire i nostri peccati. Cerchiamo, invece, di goderci di più questo momento di riflessione personale. L’ideale sarebbe fare un esame di coscienza ogni sera prima di dormire. Quanto è bello mettere tutta la propria vita di fronte a Dio per chiedergli perdono, ma anche per ringraziarlo!
  • Confessione dei peccati: è solo un secondo momento. Importante, ma non l’unico! In questo caso, abbiamo già visto che coincide con il momento in cui bisogna dire al Sacerdote tutti e solo i nostri peccati. Non è una Direzione spirituale!
  • Preghiera di Ringraziamento: quella che normalmente chiamiamo la “penitenza”, in realtà dovremmo viverla come un altro momento di intimità con il Signore e di preghiera. Assaporare e gustare quella sensazione di essere stati perdonati è davvero una cosa “dell’altro mondo”.

Non aspettiamo troppo a vivere in questo modo la nostra prossima Confessione. Sperimenteremo un gusto diverso, meno sentimentale ma forse anche più appagante!

No Comments

Post A Comment