Le Chiese - Parrocchia di Borgo Maggiore
201
page-template-default,page,page-id-201,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-10.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Santuario Madonna della Consolazione

Titolarità di Chiesa Parrocchiale dalla sua dedicazione nel 1967

Sant’Antimo o Chiesa del Suffragio

Titolarità dal 1908

TITOLO DELLA PARROCCHIA

Parrocchia dei Santi Antimo e Marino – Santuario “Madonna della Consolazione”.

Il titolo attuale rivela la complessità della storia e della conformazione parrocchiale. Infatti, i tre santi che lo compongono sono legati ad un motivo storico ben preciso.

  • Sant’Antimo, già venerato a Borgo Maggiore nell’Abbazia omonima
  • San Marino, per ricordare la Parrocchia matrice (Basilica del Santo)
  • Madonna della Consolazione, dopo il trasferimento della Sede parrocchiale nel nuovo Santuario

Le feste parrocchiali

  • Prima domenica di Giugno: Festa della Beata Vergine della Consolazione, Compatrona della Repubblica di San Marino
  • Seconda domenica di Settembre: Festa Parrocchiale in onore di San Giovanni Bosco
La storia

(Tratto da: I cento anni della Parrocchia di Borgo Maggiore. San Marino 2009)

Borgo MaggioreCon decreto  canonico  del 19 marzo 1908 , emanato dal  Vescovo feretrano  Mons.  Alfonso Maria Andreoli, viene istituita la Parrocchia di Borgo Maggiore, intitolata ai Santi Marino ed Antimo. La Parrocchia nasce da una suddivisione amministrativa ed  ecclesiastica   della Parrocchia della Pieve Le vengono assegnati i territori  posti a nord del monte Titano ” dal cilio della Rupe e dal fosso delle Bigelle” comprendenti Borgo Maggiore e le zone  e le frazioni fino ai confini con le  parrocchie di Domagnano, Serravalle, Acquaviva , San Giovanni sotto le Penne e con  il territorio di Verucchio.

La nuova organizzazione ecclesiastica  risponde ad una  precisa richiesta degli abitanti di Borgo Maggiore e viene a sanzionare la importanza  civile, sociale, religiosa acquisita, nei corso dei secoli, dell’antico Mercatale.

Con una lettera del 10 aprile  1879 i borghigiani chiedono al Vescovo del Montefeltro Mons. Luigi Mariotti che venga esaudito il loro desiderio di erigere, nel paese, una nuova e stabile cura di anime, portando  quattro  motivi: l’aumento della popolazione nei tempi più recenti; la notevole distanza fra Borgo e la Città e le strade impervie;  la necessità di una più sistematica educazione religiosa  per i giovani; una più assidua  assistenza  ai bisogni spirituali dei malati ed infermi. La presenza nell’antico Mercatale di due chiese normalmente ufficiate, di confraternite quali quella della Croce, del Suffragio e del Santissimo Nome di Maria,  la esistenza di legati e fondi  per il sostentamento della nuova istituzione ecclesiastica,  il parere favorevole di Consiglio Principe e Sovrano, l’ aver posto la questione davanti alla Sacra Congregazione del Concilio in  Roma, una lunga e dettagliata lettera al Santo Padre da parte dei Borghigiani  del 10 giugno 1887 per perorare la causa , il sostegno da parte del  Vescovo del Montefeltro alla richiesta avanzata, vincono ogni  resistenza .

Il primo Parroco è Don Terzo Nicolini, studioso, letterato, pastore instancabile,  sacerdote santo.

La Parrocchia e il Castello di Borgo Maggiore

L’estensione della   Parrocchia corrisponde quasi completamente al territorio del Castello di Borgo Maggiore,  uno dei  nove distretti amministrativi nei quali  è suddivisa la Repubblica di San Marino,  posto a 525m slm, con una superficie di 9,01 Kmq. e con  6.600 abitanti.

Borgo Maggiore è distretto amministrativo dal 1925. E’ l’antico Mercatale, o Borgo Mercatale, luogo di commercio  sorto ai piedi del  Castello di San Marino  all’epoca dei comuni, abbarbicato al Monte Titano e quasi un tutt’uno con esso, attorno alle piazze destinate al mercato. Già nel 1244 vi si tiene mercato ogni giovedì.

Il paese si colloca alla confluenza  delle due strade panoramiche che abbracciano il monte Titano e al termine della superstrada Rimini – San Marino. Da Borgo  partono strade verso il Montefeltro, la Toscana, le Marche e la Romagna. E’ sede di terziario e di servizi per la salute.

Realtà ecclesiali

Sono presenti, in Parrocchia,  il  Convento dei Servi di Maria con la Chiesa di Santa Maria in Valdragone; il Convento dei Frati Minori  con il Santuario Internazionale “Cuore Immacolato di Maria”;  il Monastero delle Sorelle Povere di Santa Chiara: le Clarisse;  l’Istituto delle Maestre Pie dell’Addolorata con la Casa di Preghiera “Stabat Mater”.

Vi sono inoltre  l’Oratorio di San Rocco e la Cappella dell’Ospedale di Stato,  a Cailungo.